La preparazione del pasto e delle merende avviene all’interno della stessa struttura. Le diete sono approvate dal Servizio Sanitario di Bologna. Alleghiamo il menù affinché il genitore possa avere chiara la tabella dietetica giornaliera del proprio bambino. Eventuali cambiamenti saranno comunicati tempestivamente alla famiglia.

Il pranzo comprende: primo, secondo, contorno, pane e frutta. Sono possibili diete personalizzate sulla base di dichiarazioni o certificati medici. Per una migliore organizzazione interna, il pasto avverrà in momenti diversi per le due sezioni. I più piccoli mangeranno verso le 11.45 e i più grandi verso le 12.15.

Per permettere libertà di movimento ai bambini, l’abbigliamento deve essere semplice ed è necessario che al nido ci sia sempre un cambio completo, pulito e adeguato alla stagione per le eventuali necessità.
un cambio completo (body,maglia, pantaloni/gonna e calzini
un succhiotto e/o biberon (per chi ne fa uso) da portare e lasciare in dotazione
un paio di scarpe da utilizzare esclusivamente in asilo e/o antiscivolo.

Non è consentito lasciare giochi o altro oggetto estraneo alla struttura per motivi di sicurezza. In caso di sospetti una malattia, soprattutto se contagiosa, il bambino può essere allontanato dal nido dalle educatrici, indicando la motivazione sull’apposito modulo.

I MOTIVI DELLA SOSPENSIONE SONO:
Febbre superiore a 37.5 misurata in sede ascellare/inguinale.
Diarrea (tre o piu’ scariche di feci semiliquide o liquide)
Vomito ripetuto (due o piu’ episodi)
Congiuntivite con secrezioni bianco giallastre.
Sospetta malattia contagiosa e/o parassitaria
Condizione che impedisca al bambino di partecipare adeguatamente alle attività del nido e/o richiedano cure che il personale non sia in grado di dare, senza compromettere la salute e la sicurezza degli altri bambini.

PER LA RIAMMISSIONE
 è necessario il certificato medico che è rilasciato dal medico curante:
Se il bambino rientra a scuola il sesto giorno, non occorre il certificato, se ritorna al settimo, il certificato e’ necessario.
Dopo una sospensione scritta su apposito modulo da parte delle educatrici, anche se l’assenza è stata inferiore ai 5 giorni è indispensabile il certificato medico che dovrà essere rilasciato sullo stesso modulo di sospensione rilasciato dall’asilo.
Vanno richieste al Pediatra di Comunità presso i poliambulatori territoriali solo le riammissioni che riguardano alcune malattie infettive e parassitarie quali, salmonellosi, epatite, meningite, tbc, scabbia, dermatofitosi, pediculosi.
Il certificato di riammissione ha validità tre giorni, compresi i festivi, salvo diversa disposizione del medico.
Le assenze per motivi non legati a malattie non richiedono il certificato di riammissione, purchè la famiglia abbia informato prima dell’assenza il personale del nido.